List Headline Image
Updated by List Builder on Jul 08, 2014
 REPORT
List Builder List Builder
Owner
7 items   1 followers   0 votes   124 views

Top Things to Do in Sorrento, Italy, from a Cruise Ship - Created by BoostVacations.com Staff

Top Things to Do in Sorrento, Italy, from a Cruise Ship - Feel free to add, vote or provide feedback to the list

Piazza Tasso - Wikipedia, the free encyclopedia

Piazza Tasso is a central place and square in Sorrento in the south of Italy. The square is named of the poet Torquato Tasso.

Basilica di Sant'Antonino (Sorrento)

La basilica di Sant'Antonino è una basilica monumentale di Sorrento: al suo interno sono custodite le spoglie del santo patrono della città, sant'Antonino.

Museum Correale - Wikipedia, the free encyclopedia

The museum exhibits collections of Neapolitan painters dating from the 17th and 18th century. It contains valuable Capodimonte and Sèvres ceramics, Murano glassware, Bohemia crystals and a collection of watches. There is also an archaeological collection. Some works date from the 19th century and the mansion displays tables, furnishings and finely inlaid jewel cases.

Sorrento Cathedral - Wikipedia, the free encyclopedia

The Sorrento Cathedral or Cathedral of Sorrento, (Italian: Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo) is a cathedral and Catholic Church in Sorrento in the south of Italy.

Cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo

La cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo è una chiesa monumentale di Sorrento; è cattedrale dell' arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia ed è sede parrocchiale.

Homepage

vuoi essere sempre aggiornato sui nostri Eventi? La storia e il fascino del Bagno Elena sono racchiusi dal 1840 nella splendida baia di Palazzo Donn'Anna sul mare di Posillipo. Stabilimento balneare di giorno, al tramonto si trasforma per magia in uno spazio privato estremamente versatile, dove l'ospitalità è spiaggia e la spiaggia diventa evento.

Chiesa di San Pietro a Majella

La chiesa di San Pietro a Majella è una chiesa gotica di Napoli, situata nel centro antico della città, adiacente all' omonimo conservatorio musicale. La chiesa fu costruita alla fine del Duecento sul luogo dove sorgevano due monasteri femminili, intitolati a sant'Eufemia e a sant'Agata, ad opera dell'architetto Pipino da Barletta, per volere del re Carlo II d'Angiò.